Fuori stagione

(Foto personale)

Il sapore fuori stagione confonde quella lingua che è irrequieta all’attesa, la imbriglia al tempo finto di primavera e la tiene in obbedienza al gusto ingannevole del desiderio.
Io ero un frutto d’inverno, il sudore dell’arancia sulle labbra fesse dal freddo ma cos’altro potevo essere nei giorni in cui al nespolo tocca soltanto fiorire?

 
(Nota: il post non è nuovo ma mi piace condividerlo ancora per chi non lo ha letto e per chi invece conoscendolo ha voglia di rileggerlo. E anche perché mi piace ritrovarmi ancora nelle mie parole)

Annunci

17 pensieri riguardo “Fuori stagione

  1. Tutto e subito senza aspettare la maturazione può dare una soddisfazione immediata ma non credo profonda da durare. Meglio il fiore che diventerà frutto…
    Riproporre scritti di tempo addietro è un’ottima idea. Raramente nei blog si cerca nell’archivio e si rischia di perdere chicche come questa. Grazie!

    Liked by 1 persona

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...