Il dito di Dio

image

(Foto personale)

Te lo dico di nuovo in mezzo all’aria di questa sera con le stelle che hanno perso il ventaglio per soffiarci addosso.
Si, te la dico di nuovo stasera quella cosa della luna che ti piaceva tanto.
Ti ricordi?
Quella cosa di immaginarla come fosse il buco nel cielo fatto dal dito di Dio.
Perchè, se mi spingessi il cuore col tuo indice fino a farci un buco, stasera lo so che persino gli occhi ti bagneresti di luce.

Annunci

5 pensieri riguardo “Il dito di Dio

  1. Anatomia di un non commento. Le parole che hanno vita propria sfuggono a qualsiasi commento, anzi lo irridono. Hanno origini in zone conosciute solo a chi le usa e talvolta sono sorprendenti persino per lui.
    Nessun blog può gestire la luce, e nessun blogger è responsabile di averla rivelata nell’etere: commentare significa metterci un timbro sopra. Ridicolo.
    Cerco i ventagli e trovo la luna. Il dito divino mi sposta di lato, quel cuore non mi appartiene ma ricorda da vicino il mio di cui non ho scritto ancora. MI affannerò per trovargli il posto adatto, nell’attesa la luce sarà già altrove.

    Mi piace

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...