Il campo di Mita

Mentre mi preparo per un fine settimana “mordi e fuggi” in un posto incantevole, tale anche perché in fondo al mio cuore, mi accorgo di essere circondata da belle amicizie, fatta da belle persone.

Corri di qua e corri di là sembra sempre di non avere il tempo per prendersi cura delle cose, di se stessi e degli altri.

E poi mi fermo, mi guardo attorno e sorrido.

Sorrido perché mi basta un bicchiere di vino e qualche chiacchiera sotto il cielo ancora stellato di settembre per farmi addormentare contenta.

Sorrido perché mi coinvolgo ascoltando la risata di un’amica nel pomeriggio oggi ventoso, desiderando che quella stessa risata lei l’abbia sempre.

Sorrido perché mi stupisco che persone estranee si fidino “sulla parola”  di un’amica.

Sorrido perché da due decenni ho ancora uomini e donne al mio fianco nonostante le nostre rispettive assenze.

E sorrido, infine,  perché l’amicizia in fondo è un frutto maturo che si coglie se l’albero è stato ben curato e forse, tra i miei tanti errori, sono stata una buona contadina.

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...