L’ombra di Mita

IMG_0520Ho poco tempo.

Mi sembra di averne sempre poco.

Il rientro dal “viaggio” mi ha obbligato ad allontanarmi dal pc (altrimenti sarei stata fagocitata dalla rete) per dedicarmi al vecchio mestiere di Cenerentola.

In attesa della scarpina di Cristallo, che non ho intenzione di perdere, ma che dubito possa mai acquistare (la mia fata si è dimessa da quel dì…) tra una ramazzata ed un’altra mi sono dedicata ai pensieri (godo di connessione gratuita!).

Devo dire, confermando quanto già scritto in un altro post, che il lavoro manuale e soprattutto la “pulizia” aiuta a dare una gran bella sistemata anche ai pensieri: li organizza, li divide in settori, li mette in ordine in ogni scaffale della mente.

Ne avevo bisogno.

Ho scoperto di credere fermamente in alcune cose.

Le stesse di cui mi sono riempita la bocca per anni sentendomi indistruttibile, estranea alle meschinità, al di sopra della banalità.

Quando poi le situazioni mi hanno detto: “Bene! Ora che ti sei riempita la bocca  di queste cose vediamo se le riesci pure ad ingoiarle!” io invece mi sono strozzata.

Ho vomitato ogni principio, ogni parola, ogni credo.

Ho messo in discussione le mie scelte, meglio ancora le motivazioni delle mie scelte, ed ho capito che se il regalo non ti piace è inutile confezionarlo bene!

Ho creato convinzioni basate sulla paura del rischio ed alla fine proprio quelle paure si sono materializzate.

Dribblando per anni l’evidenza ad un certo punto lei stessa  mi ha fatto uno sgambetto e mi ha costretto a guardarla in faccia.

Perfetto!

L’ho guardata.

Mi sono guardata.

Avrei potuto rompere ogni specchio, fare finta di essere svenuta ed aspettare di rialzarmi come se nulla fosse, ma… io credo fermamente in alcune cose.

C’è voluto un anno per capire che ci credo realmente e che non  mi sono riempita solo la bocca di principi e di belle parole.

A volte si danno le spalle alla luce.

Nessuno è immune.

Io non lo sono.

Adesso lo so.

E se l’ho capito di me stessa ho il dovere di capirlo per chi queste spalle le vuole voltare ed illuminare.

A volte le parole più semplici da dire vivono nei gesti più difficili da compiere…

Annunci

4 pensieri riguardo “L’ombra di Mita

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...