Perchè un “discorso” su Mita

Parlare di sè credo che sia complicato, almeno nei termini in cui uno decide di essere sincero.

O di essere libero.

Libertà dalla paura che il giudizio sul proprio modo di pensare o di stare al mondo, in qualche modo, possa  inibire il racconto di chi si è, di chi si vuole essere o magari  di chi non si è.

Libertà di avere uno specchio su cui veder riflettere ogni parte di te, senza nasconderla tra i vetri rotti.

Mitalogia nasce come spazio personale, avulso dalle storie fantastiche, dalle brevi farsi, dalle favole o dai racconti che popolano e popoleranno questo blog.

E’ la mia nicchia, il posto dove scelgo liberamente di darmi.

Certo, potevo tenere un diario segreto come quando avevo 16 anni ma a 40 preferisco che i miei pensieri vivano nel mondo, che poi sia virtuale al momento non conta.

Ciò che conta è la condivisione.

Realizzo che sono un essere umano che appartiene alla società. Sembra la scoperta dell’acqua calda, in realtà io lo realizzo in modo consapevole oggi.

Oggi che le cose sono un po’ diverse da come le immaginavo ieri.

Oggi, che più di ieri, è difficile dire chi sono.

Mitalogia sono io. Discorro su di me, per me, con me, per gli altri, con gli altri.

Mi infilo in una “categoria” fondamentalmente per non averne una sola.

Cosa ne verrà fuori per adesso non lo so, ma dò seguito ad un desiderio, ad una tendenza dell’animo, alla voglia di scrivere e scrivere e scrivere.

E poi non ho mai amato le parole che nascono nel pensiero e muoiono sulla lingua.

Mita

Annunci

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...